I nostri partner

In qualità di impresa a conduzione familiare votata ad un'economia sostenibile puntiamo da sempre su una cooperazione di fiducia con partner esterni.

Insieme ci impegniamo in progetti di natura ecologica e sociale scegliendo accuratamente quali partnership possano aiutare il nostro approccio olistico all'insegna della sostenibilità. Questo dialogo favorisce la nostra continua evoluzione e, con il nostro impegno, possiamo dare una svolta positiva in settori per noi rilevanti, imparando l'uno dall'altro e traendo profitto reciprocamente dal nostro comune operato e idee, per il bene dell'uomo e dell'ambiente.

 

WWF


Il WWF è una delle organizzazioni a protezione della natura e l'ambiente più grandi e con la maggiore esperienza al mondo, attiva in oltre 100 Paesi. Si impegna in modo sistematico e coerente in favore della protezione e conservazione delle basi naturali della vita. Il WWF è convinto che la carta riciclata – specialmente per prodotti igienici – sia la materia prima più utile. Alla luce di ciò, WWF e WEPA hanno dato vita ad una partnership per la sostenibilità e promuovono l'impiego di fibre riciclate nei prodotti per l'igiene distribuiti con marchi commerciali e della linea WEPA mach m!t.

WWF

Oltre a ciò, sosteniamo il WWF nel quadro del progetto "Mittlere Elbe", che si ricollega direttamente al precedente progetto "Wilde Mulde", a salvaguardia dell'aria attraversata dal corso medio dell'Elba e dal suo affluente Mulde, nella Germania orientale. WEPA assicura un continuo supporto nella zona in oggetto e nota come "bassopiano Elba-Mulde", contribuendo alla conservazione a lungo termine di uno dei più vasti complessi di foresta alluvionale dell'Europa centrale.

L'obiettivo è quello di migliorare, attraverso misure di rimboschimento e rinaturalizzazione, la foresta alluvionale rivalutandone le caratteristiche di habitat per la biodiversità e di tutela della aree interessate al deflusso delle acque.

Nel quadro del nostro partenariato, particolare importanza riveste per noi il dialogo continuo con il WWF e la continua ottimizzazione del nostro assortimento di prodotti in riferimento a materie prime sostenibili e processi di produzione efficienti. Insieme, elaboriamo concrete misure di miglioramento volte al risparmio di risorse e alla tutela dell'ambiente.

 

Rapporti con i fornitori

Partnership a lungo termine e responsabilità in seno alla nostra catena di creazione di valore

Dei rapporti partenariali e impostati sul lungo termine con i fornitori, per WEPA, sono essenziali. Questo vale soprattutto per l'acquisto delle materie prime cellulosa e carta da macero come pure di sostanze di servizio e ausiliarie, ad esempio imballaggi, ma anche per l'energia, i macchinari, gli impianti e i servizi, ad esempio quelli di logistica. Per questo scegliamo i nostri fornitori in base ad un processo definito e secondo criteri vincolanti. Anche qui, in primo piano ci sono i nostri valori WEPA rispetto, impegno e sostenibilità. Questo, già a partire dalla fase di acquisto.

  • I nostri fornitori sono infatti tenuti a rispettare il nostro Supplier Code of Conduct, il codice di condotta per i fornitori, che comprende fondamentalmente aspetti sociali ed ecologici. Chi lo sottoscrive si impegna a rispettarne le disposizioni in tal senso.
  • In sede di acquisto di materie prime, si tiene conto delle emissioni di CO2e delle catene di creazione di valore a monte.
  • Soprattutto al momento di scegliere i fornitori di fibre fresche, valutiamo con particolare attenzione fino a che punto questi promuovano la biodiversità e la coltivazione ecologica.
  • Se possibile, intratteniamo rapporti a lungo termine con fornitori locali.

Garanzia del rispetto dei nostri elevati requisiti e standard lungo la catena di fornitura

Alla formulazione del nostro obiettivo di collaborazione partenariale a lungo termine aggiungiamo la verifica via audit dei nostri fornitori e controlliamo sul posto se i requisiti da noi imposti vengono effettivamente soddisfatti. Dal 2016 abbiamo ad esempio esaminato almeno una volta sul posto gli stabilimenti del 56% dei nostri fornitori di materie prime (anno di riferimento è il 2020).

Nel caso dei fornitori di cellulosa sudamericani, negli ultimi cinque anni siano addirittura ad oltre il 90%. Eventuali differenze rispetto alla linea imposta vengono registrate sistematicamente e, in caso di violazioni rilevanti, fatte seguire da misure immediate che possono comportare anche la cessazione del rapporto contrattuale con il fornitore.

Un particolare progetto di partnership è la rinaturalizzazione di brughiere finlandesi

Uno dei nostri progetti per la promozione della biodiversità focalizza sulle brughiere come importante serbatoio di carbonio e habitat per tutte le specie in grado di sopravvivere solo in zone umide. In molte parti del Mondo, queste aree naturali sono state in passato prosciugate per essere sfruttate a livello agricolo e forestale. In Finlandia, insieme al nostro fornitore di cellulosa e partner UPM, vogliamo contrastare questo sviluppo e riportare una superficie di circa cinque ettari, in parte aperta e in parte scarsamente boscosa, al suo stato originario di brughiera. Nel corso dei prossimi tre anni, saranno attuate nella zona misure di rinaturalizzazione per innalzare il livello dell'acqua e migliorare così lo spazio vitale per le specie che vivono nella brughiera. In questo modo si potranno creare biotopi per la fauna e la flora endemiche dando un contributo alla biodiversità e alla protezione climatica.

Un particolare progetto di partnership è la rinaturalizzazione di brughiere finlandesi

 

Partnership per metodi di produzione ad impatto neutro sul clima ed efficienza energetica

Fabbrica modello a Düren

Entro il 2024, nel così detto quartiere dell'innovazione presso la "Modellfabrik Papier" (la fabbrica modello della carta) nella città di Düren, sorgerà una struttura per la ricerca dotata di laboratori e di un centro tecnico la cui attività sarà volta, tra l'altro, alla ricerca su un'efficiente tecnologia di processo, alla digitalizzazione e all'approvvigionamento di energie rinnovabili per l'industria della carta. Questa rete darà, così, un importante contributo all'Accordo di Parigi sul clima e alla salvaguardia della competitività dell'industria tedesca.

Rete di efficienza energetica ChePap Rhein-Ruhr

In seno alla rete per l'efficienza energetica e la protezione climatica ChePap Rhein-Ruhr III, 14 aziende del settore chimico e cartario del Nordreno-Vestfalia condividono idee ed esperienze su temi riguardanti l'energia e l'efficienza sviluppando misure volte ad ottenere risparmi energetici.

 

Maschinenraum

Lean & Green

È il momento di fare il prossimo passo. Per questo abbiamo deciso di aderire alla rete per l'innovazione "Maschinenraum" (sala macchine), perché il futuro si gestisce meglio insieme. In seno a questa alleanza di, attualmente, 30 medie imprese e imprese a conduzione familiare tedesche condividiamo le nostre esperienze e lavoriamo insieme sulle opportunità e le sfide risultanti dai processi di cambiamento, come ad esempio la trasformazione digitale.

È il momento di fare il prossimo passo. Per questo abbiamo deciso di aderire alla rete per l'innovazione "Maschinenraum" (sala macchine), perché il futuro si gestisce meglio insieme. In seno a questa alleanza di, attualmente, 30 medie imprese e imprese a conduzione familiare tedesche condividiamo le nostre esperienze e lavoriamo insieme sulle opportunità e le sfide risultanti dai processi di cambiamento, come ad esempio la trasformazione digitale.

Nel 2013 abbiamo aderito all'iniziativa non-profit "Lean + Green" per portare avanti temi ecologici e ridurre le emissioni di CO2 anche in ambito di gestione magazzino e logistica. Sono stati ad esempio adeguati il diametro dei tubi, le dimensioni di imballaggio e l'altezza dei pallet in modo da poter sfruttare al meglio il volume di carico degli autocarri usati per il trasporto e, in collaborazione con i nostri clienti e spedizionieri, sviluppare idee su come evitare viaggi a vuoto.

Nel 2013 abbiamo aderito all'iniziativa non-profit "Lean + Green" per portare avanti temi ecologici e ridurre le emissioni di CO2 anche in ambito di gestione magazzino e logistica. Sono stati ad esempio adeguati il diametro dei tubi, le dimensioni di imballaggio e l'altezza dei pallet in modo da poter sfruttare al meglio il volume di carico degli autocarri usati per il trasporto e, in collaborazione con i nostri clienti e spedizionieri, sviluppare idee su come evitare viaggi a vuoto.

Contatti Condividere